martedì 29 giugno 2010

Afa...tanta afa!

Oggi è stata una giornata da dimenticare....si suda anche solo a stare fermi.
Non vedo l'ora che arrivi il sei agosto per essere in barca al fresco della brezza marina della sera.
Non vi ho mai detto che oltre alle varie cose che mi piace fare, sono un'amante della barca a vela ma non come velista fanatica, amo la vita in quel modo.
Il mio compito è quello di stare in cucina e fare da mangiare per tutti e poi quando andiamo a vela, solitamente sono sempre quella che manovra il fiocco ma la cosa che adoro di più in assoluto è quando comincia a calare il sole e inizia l'ora del freschetto.
Mi piace troppo fare la doccia a prua e sistemarmi per l'aperitivo che viene consumato rigorosamente nel pozzetto e poi tra una chiacchiera e l'altra si arriva al momento della cena.
Ancora più bello è il momento del silenzio totale nelle baie perché si sente solamente il mare che suona una musica con la risacca sulla spiaggia mentre le sartie della barca cominciano a picchiettare sull'albero, sembra quasi vogliano comporre una sinfonia e poi quando siamo in rada, appena cala la luna, tutto diventa misteriosamente nero e si cominciano a vedere le stelle.
E' a quel punto che iniziamo a fare a gare a chi indovina più stelle o sogni zodiacali.

In questa foto si vede la Baia di Lavezzi (Corsica) al tramonto.

Ecco l'albero della Zuella e si riesce ad intravedere il genoa.

Poi chiaramente in barca, la fame aumenta a dismisura e quando cucino mi sembra di preparare delle porzioni per un equipaggio di 70 persone quando al massimo possiamo essere massimo in sette.
Fatto sta che riesco ad usare il forno più che a casa e questa bella pizza, è un esempio lampante di quello che riesco a tirare fuori.

3/4 liscia 1/4 con l'origano perché al capitano piace così.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver visitato il mio mondo.
Elena.